condividi prodotto su:

Passerina IGT 2013

Casalfarneto € 13,00

  • La Passerina è un vitigno caratteristico della zona collinare della provincia di Ascoli Piceno. Si distingue per morbidezza, acidità ed equilibrio e per la persistenza delle sue note caratteristiche di fiori bianchi e frutta gialla matura.

    La vendemmia è eseguita a mano e la pulizia del mosto avviene per decantazione statica a freddo. Il mosto viene prelevato in parte dal primo e per la restante parte dal secondo ciclo di pressatura. Il vino viene a maturazione in botti di acciaio per tre mesi, e termina con un affinamento in bottiglia di due mesi.

    Abbinamenti consigliati: piatti a base di pesce, minestre con verdure, formaggi di media struttura e le classiche olive all’ascolana.

    Temperatura di servizio: 10/12 °C

    Vendemmia: 2013

    Alcool: 12/12.5% Vol.

    Formato: 750ml.

  • Passerina 100%

    Il Passerina è un vitigno a bacca bianca tradizionale della zone del Piceno, nel sud delle Marche. Il suo nome si deve ai passeri che prediligono questo frutto e i suoi piccoli acini.

    Appartiene ala famiglia dei trebbiani, e negli ultimi decenni la sua produzione era stata sostituita da quella del Trebbiano Toscano, dalla resa più alta anche se dal livello qualitativo inferiore.

    Negli ultimi anni, tuttavia, anche grazie all'introduzione della denominazione di origine controllata questo vitigno sta rivivendo grazie allo sforzo di produttori maggiormente orientati ad esaltarne le tante qualità, quali l'elevato tenore zuccherino che si accompagna però ad una buona acidità. Ultimo ma non meno importante aspetto di questo vitigno tipico è l'elevata presenza di polifenoli.

    Grazie alla Denominazione di Origine, il Passerina è tornato all'antico splendore grazie anche alla sua versatilità; infatti è possibile vinificarlo in purezza oppure in abbinamento al vitigno Pecorino. 


  • Nel cuore delle Marche. In una rigogliosa collina a 350 metri sul livello del mare. Tra dolci vallate e caratteristici borghi medioevali, CasalFarneto domina un paesaggio ricco di fascino e suggestione.

    La proprietà, nata nel 1995 e attualmente costituita da tre casali antichi e una moderna cantina, prende il nome da una varietà di quercia secolare caratteristica della zona. L’area in cui si inserisce è straordinariamente vocata alla vitivinicoltura. Distese di verde a perdita d’occhio: 60 rigogliosi ettari di terra di cui 32 riservati a vigneto.

    Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico, imponendosi con fermezza e qualità, ne domina la produzione; Montepulciano, Sangiovese, Cabernet e Merlot rilanciano la sfida mostrando tutta la pregevolezza dei 5 ettari coltivati a bacca rossa. E ancora, ordinate file di nodosi oliveti di varie qualità, producono un olio extra vergine d’oliva che nella propria rotondità racchiude tutti gli aromi e i profumi più intensi delle colline marchigiane.

    Passione e dedizione, rispetto per l’ambiente. Metodi tradizionali che si intrecciano sapientemente con le più innovative tecnologie. E’ così che CasalFarneto porta avanti la sua storia, continuando ad investire sulla qualità per mirare all’eccellenza.

potrebbe interessarti anche