« INDIETRO | Home » Bevande » Vini » Rosae Lacrima di Morro d'Alba 2013

condividi prodotto su:

Rosae Lacrima di Morro d'Alba 2013

Casalfarneto € 17,00

  • 'Rosae' Lacrima di Morro d’Alba DOC è un vino dal colore rosso rubino intenso con i caratteristici riflessi viola.

    La note aromatiche sono quelle classiche della lacrima di Morro d’Alba, vitigno tipico della zona situata nelle colline marchigiane dell’entroterra di Ancona, tra le quali spiccano quelle di rosa e viola oltre che di frutti rossi e infine da note terziarie speziate. E’ un vino di grande bevibilità, leggermente tannico e fresco con una notevole eleganza.

    La vendemmia viene fatta manualmente, e la fermentazione avviene in ambiente termo-controllato; successivamente si passa alla maturazione in serbatoi di acciaio per cinque mesi e infine alla maturazione in bottiglia per altri tre.

    Abbinamenti consigliati: antipasti, primi piatti con salsa di pomodoro, carni bianche speziate e carni rosse delicate

    Temperatura di servizio: 18°C

    Vendemmia: 2013

    Alcool: 12.5/13% Vol.

    Formato: 750 ml.

  • Lacrima di Morro d'Alba 100%

    La Lacrima di Morro d'Alba è un vitigno tipico dell'omonima zona in Provincia di Ancona, che presenta determinate caratteristiche quali un colore rosso rubino con sfumature violacee, un intenso profumo e un gusto morbido, corposo e asciutto.

    Le sue origini sono molto antiche e i primi scritti al riguardo sono datati al dodicesimo secolo, quando l'Imperatore Federico Barbarossa assediò Ancona e si acquartierò sotto le mura di Morro d'Alba, dove i contadini del luogo dovettero inviargli i loro prodotti più prelibati trai quali il famoso succo di uva.

    Il vino è molto particolare negli aromi e nel gusto che lo rendono molto versatile per gli abbinamenti. Si passa infatti dai salumi locali a carni bianche fino a piatti strutturati a base di pesce come il brodetto all'Anconetana.


  • Nel cuore delle Marche. In una rigogliosa collina a 350 metri sul livello del mare. Tra dolci vallate e caratteristici borghi medioevali, CasalFarneto domina un paesaggio ricco di fascino e suggestione.

    La proprietà, nata nel 1995 e attualmente costituita da tre casali antichi e una moderna cantina, prende il nome da una varietà di quercia secolare caratteristica della zona. L’area in cui si inserisce è straordinariamente vocata alla vitivinicoltura. Distese di verde a perdita d’occhio: 60 rigogliosi ettari di terra di cui 32 riservati a vigneto.

    Il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico, imponendosi con fermezza e qualità, ne domina la produzione; Montepulciano, Sangiovese, Cabernet e Merlot rilanciano la sfida mostrando tutta la pregevolezza dei 5 ettari coltivati a bacca rossa. E ancora, ordinate file di nodosi oliveti di varie qualità, producono un olio extra vergine d’oliva che nella propria rotondità racchiude tutti gli aromi e i profumi più intensi delle colline marchigiane.

    Passione e dedizione, rispetto per l’ambiente. Metodi tradizionali che si intrecciano sapientemente con le più innovative tecnologie. E’ così che CasalFarneto porta avanti la sua storia, continuando ad investire sulla qualità per mirare all’eccellenza.

potrebbe interessarti anche